"Il ritocco", alcune informazioni.

 

In nessuna branca della Chirurgia questo atto è così importante; micro asimmetrie, una piccola porzione di cicatrice non mimetizzata, un leggero avvallamento su una lipo-scultura, evenienze rare, ma possibili.

 

Si d’accordo, anche in Vascolare, Otorino, Ortopedia ecc. si fanno delle correzioni, ma il “Ritocco” è proprio una base della Chirurgia Estetica: serve a portare il buono a ottimo, il bello a bellissimo, il fermo a dinamico.

 

Quasi sempre è il/la Paziente che ce lo chiede, ma alcune volte è compito del chirurgo consigliare un ritocco che è possibile fare nell'area d'intervento.

 

Dovrebbe essere effettuato al momento giusto: per alcuni interventi subito, per altri meglio dopo che i tessuti si sono, come si dice, assestati. Per altri ancora quando si manifesta la necessità: dopo un mese, sei, un anno.

 

Il ritocco, in Chirurgia Estetica fa parte dell’intervento anche quando non ci sarà alcun bisogno di farlo.

 

Ne dobbiamo parlare alla prima visita, il Paziente deve sapere che con noi ha anche questa garanzia e queste possibilità aggiuntive o conseguenti. 

 

Ah, e quando il/la Paziente vuole modificare un intervento riuscito benissimo con una modifica che lo renderà quasi sicuramente peggiore dal punto di vista di un medico..?

Lo scrivo tra qualche giorno..

Share on Facebook
Please reload

Post recenti

January 16, 2017

January 16, 2017

Please reload

Archivio
Please reload

Mandami una foto QUI per un consiglio terapeutico!

Milano - Lucca - Bologna - Prato

@2017 by Marco Giannini. P.Iva 01077560462